Capricciosa Vari

Capelli ricci – idratazione extra

bowl method

Ciao amiche mie!

So che sono stata assente per un bel pò, ma purtroppo sono stata colpita da una brutta influenza che mi ha tenuto a letto per giorni. Questo mi ha dato modo però di sperimentare qualcosa di nuovo. Infatti, durante tutta questa settimana, ho completamente trascurato i capelli, sono stata a letto senza pensare a niente, non ho indossato la cuffietta, non li ho legati per preservarli. Niente.

Questo ha creato un mostro: effetto crespo indescrivibile. Quando sono tornata alla vita, ho proceduto con la mia solita routine. Ho effettuato il co-wash, ho messo una maschera idratante, ho anche fatto un risciacquo acido con l’aceto di mele, ho messo i soliti prodotti. Il risultato è stato pessimo sin da subito. I capelli erano crespi anche da bagnati, ancora prima di asciugarli, ho cercato di ribagnarli per recuperare la situazione ma niente. Quindi ho pensato a come dare loro un’idratazione extra per cercare di riportarli alla vita.

Ho effettuato una maschera, con olio di cocco, olio di argan e burro di karitè, tutti prodotti che si dovrebbero utilizzare con capelli davvero molto secchi, altrimenti riempiono troppo i capelli di olio e l’effetto potrebbe non piacervi. L’ho lasciata in posa per un’ora, e quando l’ho sciacquata, ho dovuto impiegarci un pò, perchè l’olio di cocco è veramente difficile, almeno per me, da sciacquare via, e dovete davvero risciacquare bene non deve rimanerne nessun residuo, altrimenti quando andrete ad asciugare i capelli, il calore farà sciogliere l’olio e risulteranno oliosi, quasi sporchi.

Inoltre sappiate che per quanto io adori l’olio di cocco, non va bene per tutte, anzi, moltissime tipologie di capelli non lo amano per niente, e risultano crespi e al tatto “duri” dopo la sua applicazione. Quindi, prima di procedere con questa maschera, provate l’olio di cocco separatamente su qualche punta, e vedete come reagiscono i vostri capelli. Se l’olio di cocco non funziona per voi, sostituitelo con l’olio di oliva.

Inoltre, per tutelare i miei capelli dopo questa settimana da incubo, ho effettuato il plopping con una t-shirt, per 2 ore circa, e dopo ho proseguito l’asciugatura all’aria, ma vicina ad una fonte di calore, nel mio caso, la stufa a pellet. Come già vi avevo detto, non amo particolarmente asciugare i capelli in questo modo, perchè penso non sia molto “sano”, ma sono stata attenta a non prendere troppo freddo. L’ho fatto solo perchè i miei capelli erano davvero danneggiati e non volevo stressarli ulteriormente con una fonte di calore, anche se non aggressiva. Il risultato mi è piaciuto, sono definiti e per niente crespi, quindi, se mai dovesse capitarvi una situazione simile, non fatevi prendere dal panico, prendetevi cura di loro nel miglior modo che conoscete e vedrete che risponderanno benissimo.

 

You Might Also Like

Nessun Commento

    Leave a Reply