Capricciosa Vari

The Curly Girl Method: cos’è?

CGM risultati veri

Ogni riccio è un capriccio!

Quante volte questa affermazione vi ha perseguitato nel corso degli anni?
Io vorrei solo dire a tutti quelli che ci scherzano su “E non vi sembra ovvio?”. Curare i capelli ricci non è per niente facile, la maggior parte delle donne, per anni, ha ricorso a stiraggi forzati e acquisto di piastre di tutte le marche. L’acconciatura liscia è sempre stata sinonimo di eleganza, raffinatezza e ordine.  Ma finalmente adesso le cose sono cambiate!

Who run the world? Curls!

Quello che purtroppo qui in Italia ancora non sappiamo (o non conosciamo bene ) è che esiste un vero e proprio manuale, ideato da Lorraine Massey, che guida la donna riccia passo dopo passo, dal lavaggio alla cura quotidiana del capello. Il manuale si chiama The Curly Girl Method , ma io lo avrei chiamato più La rivoluzione dei ricci!

Quando ho letto per la prima volta questo manuale (interamente in inglese) sono rimasta basita da tutti gli errori che commettevo quotidianamente.
Dopo un solo mese di messa in pratica dei consigli del manuale la mia testa è cambiata radicalmente. Ma la strada è ancora lunga e tortuosa. I miei capelli, come vi ho già accennato, sono in fase di disintossicazione da siliconi e parabeni. Rispondono abbastanza bene alle mie nuove cure, ma sono ancora un pò provati. Avendo un taglio già corto, sto optando per una spuntatina ogni poco, piuttosto che un taglio radicale, ma uno dei primi consigli del manuale, è proprio quello di tagliare via tutte le parti malate del capello. Lo so ragazze, per molte di noi è traumatico, ma ricordatevi sempre due cose: i capelli ricrescono sempre e soprattutto è molto più bella una chioma sana corta che una lunga e rovinata.
I capelli lunghi sono belli solo se sono sani!

 

prima del CGM

I miei capelli prima di iniziare il Curly Girl Method

 

un mese di trattamento

21 Dicembre – 21 Gennaio
Un mese di Curly Girl Method

 

Ma volete sapere del manuale vero? Volete sapere cosa bisogna fare per avere capelli perfetti?
Io inizierò a dirvi cosa NON dovete fare:

Utilizzare strumenti a caldo quali, piastra, arricciacapelli o aria troppo calda del phon.

Spazzolare i capelli con il pettine o la spazzola, soprattutto a capelli asciutti

Utilizzare prodotti con solfati,a base di alcool e che contengono siliconi

Shampoo

Sì, ho lasciato lo shampoo per ultimo per non farvi allarmare troppo. Eliminare lo shampoo non significa non lavarsi i capelli, ma significa non utilizzare gli shampoo in commercio per capelli ricci, che sono di norma, ricchi di siliconi, solfati e alcool.
Una ragazza riccia, deve necessariamente trattare i propri capelli con prodotti naturali. Non ci sono scuse, e non si può fare un pò e un pò. Se decidete di intraprendere questo percorso le regole sono queste!

Il primo passo fondamentale è fare l’ultimo Shampoo. Se avete effettuato l’ultimo styling con prodotti non naturali, il manuale consiglia di effettuare l’ultimo shampoo con il vostro prodotto abituale. Perchè? Perchè il vostro shampoo contenente silicone è anche l’unico che potrà liberare la vostra cute da tutte quelle sostanze che avete introdotto precedentemente. Successivamente potete procedere con un balsamo o meglio una maschera naturale super idratante.

Imparate a comprare i prodotti per lo styling più adatti a voi, che siano sempre liberi da parabeni, siliconi e alcool. Assicuratevi di comprare prodotti ideali al vostro tipo di capelli, e non mi riferisco ai numeri, poco importa se siete un 3a o un 3c, controllate la porosità dei vostri capelli, se hanno bisogno di idratazione, piuttosto che di definizione.  Leggete i prodotti, non comprate a caso.

Come accennato prima, tagliate o spuntate i capelli.

Mettiamo in pratica il Curly Girl Method

Una volta effettuato il primo e ultimo lavaggio con il vostro shampoo abituale, dalla volta successiva laverete i capelli con il metodo co-washing, che consiste nell’utilizzare il balsamo (sempre privo di siliconi, parabeni e alcool) al posto dello shampoo. Quindi una volta bagnati i capelli, mettete una noce di balsamo e massaggiate la cute con il palmo delle dita (non con le unghie), sciacquate e procedete mettendo in posa il balsamo per districare e idratare il vostro capello. E’ consigliabile mettere in posa una maschera idrante, soprattutto se si è agli inizi del percorso; lasciatela in posa e pettinate
i capelli. Risciacquate, possibilmente con acqua fredda, senza però eliminare del tutto il balsamo in posa. I vostri capelli ricci ringrazieranno del balsamo lasciato lì, perchè proseguirà il suo lavoro d’idratazione nel corso dei giorni.

Fatto questo, a capelli ancora bagnati, senza tamponarli, iniziate con lo styling. Il metodo consigliato,è il metodo LOC (Liquid Oil Cream) di cui vi avevo già parlato, che consiste nell’utilizzare un Liquido (gel) un olio e una crema, il tutto sempre naturale (è importante ricordarlo sempre). Se
utilizzerete anche solo un prodotto contenente siliconi ecc… il metodo verrà bruscamente interrotto e dovrete ricominciare.

Oltre alla scelta giusta dei prodotti esistono varie tecniche delle quali vi parlerò prossimamente, che vi aiuteranno ad arricciare ancora di più i capelli, in base allo stato di partenza dei capelli.

Dopo aver distribuito i vostri prodotti, tamponate i capelli in un asciugamano solo ed esclusivamente in microfibra oppure in una vecchia t-shirt. Un normale asciugamano tende ad assorbire troppa acqua (che invece dev’essere assorbita dal capello, ) e soprattutto tende ad elettrizzare il capello.
Prima di procedere all’asciugatura attendete 5 minuti, in modo che i capelli si stabilizzino.

Il metodo migliore per asciugare i capelli ricci, è sicuramente quello di farli asciugare senza aggredirli con fonti di calore. Purtroppo questo significa, spesso, dover stare con la testa bagnata troppo a lungo. Una soluzione ideale, (ma dipende dal capello, non funziona per tutte, dovete provare) è quella del “Plopping” che consiste nell’avvolgere i capelli in un panno in microfibra e tenerlo per 1 o 2 ore.  Anche se ho visto di alcune che li avvolgono in una cuffietta, credo che li faccia arricciare maggiormente. In inverno è consigliabile utilizzare il metodo plopping per 20 minuti circa e poi procedere con il diffusore. Ad esempio, io, lascio i capelli all’aria solo 5/10 minuti perchè odio stare troppo tempo con la testa bagnata, e poi li asciugo con diffusore alternando aria tiepida e fredda. Fate attenzione, durante l’asciugatura con il diffusore, cercate di toccare il meno possibile i capelli! Quando i capelli saranno completamente asciutti, mettetevi a testa in giù e massaggiate vigorosamente lo scalpo, questo serve per creare volume e per rompere una sorta di patina formata dai prodotti che avete usato per lo styling

Avvolgete i capelli in una cuffia di seta o utilizzate una federa di seta per la notte, in modo che i vostri capelli siano perfetti anche il giorno dopo.

Questo metodo è rivoluzionario, se sarete costanti noterete delle enormi differenze. Non scoraggiatevi alle prime difficoltà. I capelli sono tutti diversi, ci vogliono dalle 2 alle 6 settimane per la famosa disintossicazione. Alcuni ricci hanno bisogno di più lavaggi, altri di meno lavaggi a settimana, starà a voi e solo a voi capire che tipologie di ricce siete.

Siete ancora lì?
Iniziate subito!

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA PERSONALE?

non esitare a contattarmi via mail o sul Direct di Instagram, per scoprire come funziona!

 

You Might Also Like

11 Commenti

  • Reply
    Aurora
    Febbraio 3, 2020 at 4:37 pm

    Ciao! Mi sono cimentata in quest’articolo e vorrei saperne di più ! Purtroppo ho dei capelli molto danneggiati perché passo la piastra tutti i giorni da ormai 2 anni perché non mi sono mai piaciuti i miei capelli naturali:( Ora me ne sono pentita tantissimo perché vorrei poter asciugare i miei capelli e portarli naturali , però quando li asciugo si nota subito il crespo e non è molto bello da vedere… vorrei provare a disintossicare i miei capelli, ma questa tecnica vale anche per chi non ha i capelli super ricci ma mossi ?

    • Reply
      Silvia
      Febbraio 8, 2020 at 1:32 pm

      Ciao! Ti chiedo scusa se ti rispondo solo ora. Assolutamente si! Il Curly Girl Method è valido per tutti i tipi di ricci, dal tipo 2 al tipo 4 ! Devi solo trovare ciò che fa per te! :*

  • Reply
    Federica busato
    Aprile 15, 2020 at 6:12 pm

    Ciao ho letto l’articolo e ho visto dei tuoi video sono molto interessanti ….ma non ho capito bene? Non si usa più lo shampoo solo il balsamo?? Se si in questo modo ti senti i capelli puliti? Xche io a volte anche lavandoli normalmente ho un po di prurito alla nuca!! Grazie

    • Reply
      Silvia
      Aprile 15, 2020 at 6:46 pm

      Ciao. Si queste sono le nozioni base del metodo, ma poi ognuna personalizza in base alle proprie esigenze. In generale consiglio sempre di acquistare prodotti specifici per il co-wash. Se a volte hai prurito possono esserci svariate motivazioni.
      I prodotti più delicati andranno a pulire la cute solo quando , mettendo in pratica il metodo, utilizzerete dei prodotti consoni alle regole (non siliconici per intenderci) chiaramente se tu dovessi usare prodotti contenenti siliconi e poi vai a “pulire” con un semplice balsamo, non puliresti la cute. 🙂

    • Reply
      Silvia
      Aprile 19, 2020 at 1:52 pm

      Ciao Federica, si in linea generale il metodo prevede l’eliminazione (parziale) dello shampoo, ma ci sono tante ragazze che continuano ad usare shampoo (approvati comunque dal metodo) poiché non si trovano bene con la pratica del co-wash, quindi sicuramente è molto soggettivo. Dovresti provare un paio di balsami adatti, o meglio prodotti per il co-wash per capire se possa fare al caso tuo.

  • Reply
    Luana Tugnoli
    Maggio 1, 2020 at 12:47 pm

    Ciao Silvia, io seguo il tuo canale ed anche quello di Marta Manieri, mi avete incuriosita molto con questo curly girl method! Io ho capelli mossi 2B in radice e 2C nelle lunghezze e punte, abbastanza sottili e con poco volume. In quest’ultimo anno ho iniziato una hair care routine biologica + impacchi naturali di erbe ayurvediche indiane e gel naturali (gel semi di lino, Katira, gel di maizena, fieno greco). Faccio già praticamente tutto quello che hai scritto tranne sostituire lo shampoo col co-wash. Avevo cute molto grassa finchè utilizzavo i prodotti con siliconi, ma con i prodotti biologici è migliorata tantissimo, ho acquistato di recente un co-wash bio di Maternatura per alternarlo con gli shampoo, che sono comunque delicati, e li diluisco sempre nel dosatore per shampoo. Per lo styling sto usando sempre i prodotti di Parentesi Bio: gel mousse ai semi di lino,( molto idratante e volumizzante) + mousse ravviva ricci + spray termoprotettore volumizzante con spirulina, il risultato è buono però alcumi capelli rimangono un po “svolazzanti”, ci vorrebbe un prodotto il crema come step finale ma molto leggero che non appesantisse i capelli. La crema arricciante di Giada è un po troppo per i miei capelli, avevo provato anche il leave-in di Kinky Curly ma anche quello appesantisce troppo. Gli hair food di Garnier sono leggeri ma tendono a disfare un po il riccio….. Tu mi sai consigliare qualcosa adatto ai miei capelli che rientri anche nel metodo?

    • Reply
      Silvia
      Giugno 15, 2020 at 2:30 pm

      Ciao, leggo solo ora il tuo commento, ti chiedo scusa per il ritardo.

      In realtà ti avrei indirizzata proprio su kinky perchè di base è leggero, ma se non va bene per te potresti provare la linea curls. Ad ogni modo puoi comunque seguire il metodo mantenendo la tua routine bio se ti trovi bene 🙂

  • Reply
    Carla
    Maggio 5, 2020 at 8:44 pm

    Ciao sono Carla io sono già due anni che a causa di un allergia al nichel ho mollato un sacco di prodotti dannifici x capelli,ora vorrei seguire il cgm, però sono confusa:fatto l’ultimo shampoo anche se non avevo uno shampo orrendo, ora come proseguo con il lavaggio con balsamo e poi con la maschera?o compro un Co-wash e faccio un solo passaggio e poi dopo un po’ di giorni devo lavarli con uno shampoo ? Se si ne compro uno senza parabeni,solfato, siliconi?vome vedi sono molto molto confusa AIUTOOO

    • Reply
      Silvia
      Maggio 6, 2020 at 12:18 pm

      Ciao Carla. Il final wash va fatto con uno shampoo contenente solfati, in modo da togliere gli accumuli di prodotto nella cute. dopodiché devi usare un balsamo per districare i nodi ed una maschera. Dal secondo lavaggio puoi usare un co-wash o uno shampoo delicato adatto al metodo , quindi che non contenga quegli ingredienti da te citati. 🙂

  • Reply
    Daniela
    Giugno 30, 2020 at 5:20 am

    Scusa c’è un errore il finale wash deve contenere solfati, ma non siliconi, altrimenti non hai fatto nulla…

    • Reply
      Silvia
      Giugno 30, 2020 at 1:49 pm

      Si hai ragione, correggo subito!

Leave a Reply